Bovolone.

L'isola greca di Zante approda a Bovolone.

È infatti previsto per domenica prossima 1’arrivo di circa cinquanta abitanti della famosa isola greca bagnata dalle acque dello Ionio.

Il gruppo soggiornerà in città per tutta la settimana seguente.

L'atteso avvenimento nasce dallo scambio culturale che il gruppo folkloristico locale "El Paiar" ha Intrecciato con il gruppo "Sarakinado" dell'Isola di Zante.

"Il rapporto tra questi due gruppi folkloristici è nato per caso - afferma Adriano Bissoli, consigliere comunale con delega per le attività artigianali e le manifestazioni e componente (nonché segretario) del gruppo folk di Bovolone -.Ovvero dall'incontro e dal successivo rapporto di amicizia instaurato con Giovanni Kippriotis, albergatore originario di Zante ma che il matrimonio con una donna residente a Legnago ha portato in Italia".

Da qui l'idea di organizzare un tour di scambio culturale, allo scopo di far conoscere al gruppo in visita il paese di Bovolone, le sue realtà storiche e le attività artigianali e commerciali che lo caratterizzano.

Lunedì mattina, nelle sale della biblioteca civica, i1 gruppo Sarakinado sarà ricevuto dal Sindaco Mantovani per il tradizionele scambio di saluti e per un rinfresco di benvenuto. Anche le serate sono già tutte organizzate: la visita alla pieve di San Giovanni in Campagna, il concerto nella Corte Salvi e quello durante la Festa dell'Unità, una gita al Lido degli Estensi e una serata di festa nella sede del gruppo sociale di Casella.

Ma non è tutto; Perché in agosto toccherà al gruppo "El Paiar" sbarcare in Grecia: ovviamente nell'isola di Zante. "La partenza è prevista per giovedì 8 agosto – dice Adriano Bissoli-. Il nostro gruppo partirà al completo ma sono ancora aperte le iscrizioni per chi volesse cogliere l'occasione di abbinare il folk popolare proprio del gruppo Sarakinado con un tour tra le varie località dell'isola". Durante le visite e le serate di festa verrà portato il buon nome di Bovolone tra le varie località, con la presentazione dei prodotti tipici locali e con la presentazione dei prodotti tipici locali e con riferimento a qualche mobile classico, affinchè lo scambio tra le due tradizioni non sia solo culturale ma anche sociale ed economico.

Elisa Corsini

 

Bovolone.

Dopo un viaggio quasi infinito il gruppo folklorislico Sarakinado, proveniente dall'isola greca di Zante, è giunto a Bovolone e lunedì mattina è stato accolto.dalle autorità del paese per il benvenuto ed un momento di festa.

Il numeroso gruppo folk, composto da circa cinquanta persone, è arrivato a Bovolone solo in tarda serata. "È stato unviaggio lungo e stancante dice l'assessore alla Cultura dell'isola greca – ma l'accoglienza riservataci dal paese di Bovolone è stata così calorosa che tutto il resto è passato in secondo piano".

Non è la prima volta che i componenti del gruppo Sarakinado approdano in Italia: sono già stati infatti in Sicilia, a Perugia ed a Brindisi, ma il nord Italia non era ancora stato meta dei loro tour di scambio culturale e Bovolone è appunto la prima città del settentrione che non solo offre loro ospitalità, ma anche contraccambierà la visita con il viaggio che il gruppo folk "El Paiar" farà a Zante dal 10 al 20 di agosto.

I1 sindaco Giorgio Mantovani ha ringraziato il gruppo di Bovolone per la disponibilità e l'accoglienza che ha permesso questa sorta di gemellaggio, augurandosi che "quest'esperienza di scambio di cultura, di tradizioni ma anche di grande arricchimento umano, sia solo l'inizio di una lunga amicizia".

Notevole la numerosa i presenza di giovani che fanno parte del gruppo folk greco: "Le tradizioni popolari, i canti, i balli e tutto ciò che rappresenta il folklore è molto sentito e partecipato dai ragazzi di Zante e della Grecia in e l'amministrazione comunale generale - afferma l'economista greco Andreas che nell'isola dello Ionio si occupa di programmi comunitari-.

Ciò è positivo e degno di lode perché solo in questo modo anche le tradizioni più remote possono continuare a vivere e quindi ad essere conosciute".

Elisa Corsini

l'Arena mercoledì 17 luglio 2002