CHI SIAMO

 

 

 

animazione le piazze dei sapori i mestieri le stagioni

 

 

 

 

O.N.L.U.S.

Il Gruppo El Paiar è riconosciuto dalla Regione Veneto
come istituzione di utilità sociale sotto il profilo culturale

piazzale Scipioni Bovolone 2008

 


una delle prime foto del Gruppo (circa 1990)

 


la foto più recente del Gruppo al completo con il
potente mezzo di trasporto recentemente acquistato (Pulmann Gran Turismo)
maggio 2004

 

Alla festa per l'inaugurazione del Museo dell'antica civiltà contadina, luglio 2008

 

luglio 2008, un riconoscimento importante per il nostro Francesco, fondatore del gruppo

La presidente  Annalisa Manfrè in una uscita a Pozzolengo

 

 

 

PRESENTAZIONE DEL GRUPPO

Comune passione per il canto e per la musica popolare, voglia di riscoprire le 
tradizioni paesane e di contrada attraverso le "cante" e le
poesie dei tempi che furono, coinvolgente spirito d'intraprendenza e tanta voglia 
di divertirsi assieme.
Furono senz'altro questi gli stimoli che molti anni fa 
animarono un gruppo di amici del G.S.S. Casella a costituire quello
che, col passare del tempo, è via via divenuto uno degli elementi coreografici 
più significativi di Bovolone: il gruppo folkloristico "El paiar".
La prima formazione del coro comprendeva un gruppo di voci bianche 
accompagnate dalla fisarmonica. Dal 1985 è diretta dal maestro 
Sergio Masaia con alla fisarmonica Oreste Passala. 
Nel corso degli anni il gruppo acquistò esperienza e lo spettacolo 
offerto si arricchì dì colori, mini danze e tanta allegria. 
Al coro vennero affiancati attori comici ai quali 
fu affidata la mimica di certe canzoni.
Le voci bianche vennero sostituite da soprani e contralti, e, 
contemporaneamente, un piccolo gruppo di dodici ballerine appariva per 
la prima volta sulla scena dello spettacolo allestito dal gruppo (nel 
frattempo arricchito con alcune scenette) .
Lo scopo del "Paiar" è quello di riproporre canti, danze e poesie 
di una volta, un viaggio a ritroso nel tempo da cui asportare il fascino e
la genuinità di quella civiltà contadina che ci è madre.
Per il ballo il gruppo è stato seguito dal Gruppo Ricerca Danza 
Popolare di Verona, mentre la poesia è tratta per lo più dai libri del
celeberrimo poeta dialettale veronese Berto Barbarani, Le poesie, 
sono recitate dal personaggio più caratteristico del gruppo: 
Francesco Bertolini, uno dei fondatori del gruppo
.
"El Paiar", tuttavia, non ha, nel suo repertorio, solo lo spettacolo 
di folklore. Fra le altre iniziative del gruppo occorre infatti segnalare la
carovana della Santa Notte, proposta annualmente per le vie 
del paese e nelle località limitrofe. 
Attualmente il gruppo conta più di trenta persone e si propone nel presente 
e nel futuro di ricercare e riproporre, attraverso il canto, usanze e tradizioni 
popolari venete che tendono, purtroppo, a scomparire. 
Le tradizioni per noi rispecchiano le nostre origini, per questo non 
bisogna cancellarle o dimenticarle.
L'attuale coordinatore è Francesco Bertolini ("el barba"), tanto infaticabile 
quanto, anch'egli,... coreografico.
 
 
 Lo Spettacolo
Lo spettacolo presentato
dal gruppo è un susseguirsi
di canti e balli animati da scenette.
I canti appartengono alla
tradizione e trasmettono valori
e sentimenti della gente veneta
e della pianura veronese.
I balli raccontano
momenti di vita agreste, il
ritorno dal duro lavoro dei
campi, feste e balli sull'aia.
Il canto e le danze sono
animati da strumenti
caratteristici  quali
fisarmonica, chitarra,
tamburelli e tromba.

 

ECCO IL GRUPPO EL PAIAR


Il Gruppo durante la Festa della Messe in una vecchia fattoria

 


abbeveratoio del "musso" (asino

 

 

 

ALCUNI EVENTI DA RICORDARE NELLA STORIA DEL GRUPPO

 
Le Tradizioni
L'Associazione ama ricordare, tra le altre iniziative come
la ricerca e la scuola di danza, la tradizionale "Santa Notte"
come si cantava una volta per le vie del paese per l'augurio di Natale. 
La Ballalonga "Equinozio d'Autunno", quest'anno alla
terza edizione, che vede la partecipazione di gruppi folcloristici
e musicali e di artisti di strada provenienti da varie parti d'Italia
ed anche dall'estero, creando un sapore ed un clima di genuine
tradizioni popolari, come era consuetudine nelle fiere e nelle
sagre del paese. Le Ricerche sulle nostre tradizioni sono, comunque,
tutt'ora in atto per migliorare il carattere storico-culturale delle esibizioni.
I Costumi
Inizialmente con la nascita del Gruppo, i costumi vennero
confezionati per una funzione puramente folcloristica e non in
funzione della tradizione storico-culturale delle nostre zone. In
seguito con l'esperienza e le ricerche svolte nelle biblioteche
veronesi, il gruppo indossa ora i costumi tipici della zona
presenti alla fine del 1900 nella pianura Veronese.
COMUNE DI BOVOLONE - Storia
I bovolonesi: figli della storia o delle...rane?
No, l'interrogativo non vuole essere un tentativo (a che
prò?) di scherno nei confronti della popolazione locale. 
E' bensì un appiglio per ricordare un fatto singolare: 
l'antica tradizione orale vuole che il nome
"Bovolone" significhi proprio "terra delle rane".
Rane che ci saranno senz'altro state agli albori della storia del paese.
Pare infatti che i primi, nostri antenati fossero
terramaricoli, insediati su palafitte a ridosso di acquitrini e radure.
Ma sul suolo di Bovolone sono passati in tanti.
Dagli antichi Illirici ai Veneti, dagli Etruschi ai Galli
Cenomani, dai Romani alle invasioni barbariche dei
Longobardi, dal dominio di Carlo Magno al passaggio 
non indolore delle truppe napoleoniche. Diverse
civiltà, tanti spicchi di storia. E, soprattutto tanta chiesa
(Bovolone fu feudo vescovile per oltre un millennio).
L'intraprendenza e l'operosità degli avi fecero di
Bovolone, nel corso dei secoli, un centro di indiscusso
spessore economico e commerciale, un riferimento
notevole per Verona e diverse altre zone.
Da sempre prevalentemente rurale, l'economia del
paese ha subito un radicale mutamento a partire dal
dopoguerra, allorché l'industria del mobile d'arte ha
inizato la sua ascesa economica comportando, di riflesso, 
un cambiamento sociale di forti proporzioni
sulle tradizioni e sulla cultura locale. Dall'aratro al
legno, dai campi alla bottega, si potrebbe dire.
Il fatto è che Bovolone si colloca oggi in una posizione
d'elite nel panorama del legno, sia a livello nazionale
che internazionale.
Luigino Massagrandi
Presidente Pro-Loco Bovolone

scriveteci !!
elpaiar@elpaiar.it

 

e telefonateci !!

al numero 340-6813144

risponderà Francesco

fax: 045-6909871